GROTTE AD ACCESSO LIBERO NELLA GOLA DI FRASASSI

OLTRE I MONTI SIBILLINI (ascensioni ed esplorazioni in altre catene montuose)
image_pdfimage_print

Nella Gola di Frasassi, oltre alle famosissime Grotte di Frasassi visitabili dal pubblico a pagamento, sono presenti numerose altre cavità naturali, senza evidenti divieti se non chiuse con cancellate metalliche, che possono essere visitate da tutti esclusivamente con un minimo di attrezzatura Speleo quale casco, scarponi antiscivolo, abbigliamento impermeabile e frontale con batterie o altra pila di riserva ma senza la necessità di utilizzare attrezzatura per discese o risalite su corda.

In particolare si può visitare la Grotta Bella il cui ingresso è situato un centinaio di metri dall’ingresso al pubblico delle Grotte di Frasassi, scendendo una scaletta metallica presente in un tombino di fianco alla strada di accesso.

La grotta è composta da quattro ambienti circa sullo stesso piano collegati da passaggi stretti, occorre fare attenzione a dei pozzi laterali poco visibili. L’ultima cavità presenta anche discrete concrezioni (stalattiti e stalagmiti) e piccole pozze e una fessura di risalita di aria (acqua) sulfurea (da cui il nome della Grotta) dove, nei pressi, si formano concrezioni millimetriche di Zolfo e Gesso. l’intera visita dura poco più di un’ora se ci si vuole fermare ad osservare concrezioni e fare foto.

Nella stessa giornata è poi possibile terminare la visita con la vera Grotta di Frasassi dove è presente il Tempietto del Valadier dove, anche qui con attrezzatura Speleo minima, si può proseguire per alcune centinaia di metri la lunga e tortuosa galleria che prosegue oltre il cancello metallico, attualmente aperto.

Si lascia l’auto nel piazzale di parcheggio e si risale il comodo sentiero lastricato verso l’ampia cavità dove è presente il tempietto del Valadier quindi si prosegue la visita risalendo il pendio retrostante fino ad un cancello. La galleria, oltre il cancello, presenta, nelle pareti, delle frecce rosse di orientamento e saliscendi ripidi e scivolosissimi in quanto sporchi di terra dove fare molta attenzione, il percorso andata e ritorno dura circa due ore.

GROTTA BELLA, di seguito le immagini della visita:

1- A destra il tombino di fianco alla strada da cui si scende alla Grotta Bella.
2 – 3- La scaletta di discesa.
3
4 – 5- Il primo cunicolo il leggera discesa.
5
6- Poi la galleria di apre.
7 – 8 – 9- Particolari concrezioni dall’aspetto terroso tappezzano le pareti nei primi ambienti di questa grotta, dette “Pelli di Leopardo” costituite in parte da Batteri solforiducenti e solfossidanti..
8
9
10 – 11- Nella prima parte della grotta vivono anche alcuni ragni le cui ragnatele intrappolano gocce d’acqua.
11
12- I punti di gocciolamento sono numerosi, non toccate le concrezioni con le mani.
13 – 20-I successivi ambienti
14
15
16
17
18
19
20
21 – 22- La parte finale della Grotta.
22
23 – 30- Nella grotta sono presenti belle concrezioni e pozze.
24
25
26
27
28
29
30
31 – 32- I gocciolamenti da stalattiti con illuminazione laterale sembrano tanti punti di luce LED.
32
33-Anche qui dentro sono arrivati i soliti maleducati.
34- Concrezioni formate da millimetrici cristallini di zolfo e gesso presenti nei pressi delle fessure da cui esala aria contenente acido solfidrico proveniente da vene di acqua sulfurea.

LA GROTTA DI FRASASSI E IL TEMPIETTO DEL VALADIER

1- Il Tempietto del Valadier visto dalla parte posteriore della Grotta di Frasassi da cui prosegue la galleria
2- La prima parte della grande Galleria ed il cancello appesa visibile, attualmente aperto.
3- Il cancello metallico aperto con un reggiseno appeso, roba da non credere ai propri occhi.
4- La parte successiva della lunga galleria con concrezioni e soprattutto saliscendi sporchi di terra, scivolosissimi, dove fare molta attenzione.
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14- Le frecce di vernice rossa aiutano a ritrovare l’uscita della tortuosa galleria.
image_pdfimage_print

1 thought on “GROTTE AD ACCESSO LIBERO NELLA GOLA DI FRASASSI”

  1. Ciao Gianluca oltre a complimentarmi per il sito e per lo spirito esplorativo e d’avventura…ti volevo segnalare che quella del tombino ufficialmente sarebbe la grotta Bella…quella Sulfurea si trova qualche decina di metri più avanti in direzione San Vittore chiusa da quel muraglione di cemento che si vede nella prima foto… l’entrata fu demolita durante l’allargamento della strada…vi si accede con corda una volta raggiunto il bordo superiore del muro… Infine nella categoria “turistica” ti segnalo la grotta del Vernino poco distante da Frasassi ma sempre in zona …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.