LE POZZE DI ACQUASANTA – LA CASCATA DEL PELLEGRINO E LE CASCATELLE DI SARNANO

NUOVI ITINERARI dal 2014 ad oggi
image_pdfimage_print

Di poco al di fuori del margine Est del Parco dei Monti Sibillini, nei dintorni di Piobbico, una frazione di Sarnano, sono state riscoperte e rese accessibili a tutti da pochi anni delle marmitte dei Giganti molto spettacolari, le Pozze di Acquasanta, formate da un affluente del Tennacola.

A poca distanza è presente anche la Cascata del Pellegrino, formata dal fosso che scende da Fonte Lardina, a valle dell’abitato di Sassotetto.

Più a valle sono presenti invece le Cascatelle di Sarnano, direttamente collegate ai primi due siti mediante un comodo sentiero perfettamente segnalato (siamo fuori del territorio del Parco).

I tre siti sono descritti solo sul web, mancano infatti sia nella cartografia che nella bibliografia della zona.

ACCESSO: Con l’auto si raggiunge Sarnano e si prosegue in direzione della stazione sciistica di Sassotetto. Giunti all’abitato di Margani si trova un incrocio che scende in direzione di Giampereto – Abbazia di Piobbico. Si parcheggia in una piazzola di lato all’incrocio prima della discesa.

DESCRIZIONE: Si scende a piedi la strada fino alla prima curva dove un cartello indica l’inizio del sentiero per le Pozze di Acquasanta e la Cascata del Pellegrino. Si prosegue a piedi nel sentiero che scende ripido con alcuni tornanti ed in circa 20 minuti si raggiunge il torrente. Da un lato sono presenti le pozze mentre dal lato opposto, a distanza di poche centinaia di metri, la cascata, entrambe perfettamente segnalate.

Le cascatelle di Sarnano sono raggiungibili a piedi da questi siti mediante sentiero segnalato di circa 2 chilometri oppure si riprende l’auto, si ritorna verso Sarnano e, poco prima del paese, all’incrocio per Garulla – Ascoli Piceno, si scende nella strada sottostante. Nel primo gruppo di case si gira a destra (disagevole) in direzione di Bisio-Garulla e si prosegue per circa 500 metri fino ad uno spiazzo sulla strada con numerosi cartelli dove si parcheggia. Si prosegue a piedi per altri 200 metri fino alle Cascatelle perfino illuminate di notte.

Di seguito le immagini della facile escursione.

1- La prima curva della strada per Giampereto – Abbazia di Piobbico con l’inizio del sentiero per le Pozze di Acquasanta e la Cascata del Pellegrino.
2- Raggiunto il torrente una ottima segnaletica indica il percorso da fare.
3- Il tabellone con la descrizione delle Pozze dell’Acquasanta.
4- Il ponticello sul Tennacola che collega i due siti.
5 – 12 -Le profonde marmitte dei Giganti denominate le Pozze dell’Acquasanta.
6
7
8
9
10
11
12
13- Il tabellone con la descrizione della Cascata del Pellegrino.
14 – 15 – La cascata del Pellegrino.
15
16 – 18 -Una cascatella situata tra le Pozze dell’Acquasanta e la Cascata del Pellegrino caratterizzata da una marmitta dei Giganti perfettamente circolare alla sua base.
17
18
19- Il visibilissimo punto di partenza per raggiungere le Cascatelle di Sarnano.
20 – 23 – Le Cascatelle di Sarnano.
21
22
23
24 -25 -L’acqua esce anche da un foro alla base della parete
25
26- L’itinerario completo Cascate del Pellegrino – Cascatelle di Sarnano
27 – Dettaglio dell’itinerario Pozze dell’Acquasanta – Cascata del Pellegrino
28 – Dettaglio dell’itinerario per le Cascatelle di Sarnano
image_pdfimage_print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.