FORCA VIOLA – CONDIZIONI IMPEGNATIVE

ASCENSIONI CLASSICHE dal 2018 ad oggi
image_pdfimage_print

La salita invernale alla Forca Viola da Castelluccio per la Valle delle Fonti è , il più delle volte, una semplice e facile tappa intermedia per raggiungere la cima del Monte Argentella o la Cima omonima.

Oggi invece le severe condizioni meteorologiche, caratterizzate da un fortissimo vento con raffiche anche di 90 Km/h e turbinii di neve sollevata, hanno reso la salita impegnativa che ci ha fatto fermare, per ragioni di sicurezza, a circa 50 metri dalla sella senza poter proseguire oltre perché era quasi impossibile rimanere in piedi.

Solo la nostra tenacia ci ha reso possibile la salita alla Forca Viola dal canale Ovest della Valle delle Fonti, grazie anche ad un buon manto nevoso, sicuro e compatto che ci ha garantito anche una rapida discesa.

Abbiamo poi proseguito per il Monte Abuzzago e siamo scesi per la Capanna Ghezzi fino a Castelluccio.

Di seguito le immagini dell’ascensione.

1- Il Monte Argentella dalla Valle delle Fonti.
2 – 7- Salita verso Forca Viola per il canale Ovest, momenti di fortissimo vento che ogni tanto ci obbligava a coricarci.
3
4
5
6
7
8- Il canale Ovest di Forca Viola con il Monte Lieto sullo sfondo.
9- Traversata dal canale ovest di Forca Viola verso i canali gemelli.
10- Il canale gemello di destra, salito l’ultima volta l’anno scorso.
11- Tubini di neve alzata dal forte vento.
12- La cresta dalla Cima di Forca Viola alla Cima del Redentore vista da Monte Abuzzago.
13- Sulla cima del Monte Abuzzago con il Monte Argentella alle spalle.
14- Discesa verso la Capanna Ghezzi.
15- La Cresta della Cima del Redentore con alti pennacchi di neve alzata dal vento.
image_pdfimage_print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *